Light of Day Benefit Concert: il sound della East Coast americana a favore della ricerca

Giovedi 30 novembre a Roma al Caffè Letterario si terrà la prima tappa italiana del Light of Day Benefit Concert, il concerto-evento che unisce rock e solidarietà.

light of day

Giunge alla 18°edizione il Light of Day Benefit Concert che riunisce musicisti internazionali con lo scopo di raccogliere fondi da devolvere alla ricerca per la malattia di Parkinson, la sclerosi multipla e la SLA. Nata ad Asbury Park nel New Jersey, con il nome preso in prestito da una canzone di Bruce Springsteen (presente ad 11 edizioni su 17), questa manifestazione ogni anno vede impegnati i migliori artisti della scena rock USA in un benefit tour che, da ormai 12 anni è approdato anche in Europa in importanti città quali Roma, nel 2005 prima ed unica data al di fuori del NJ, e successivamente anche Barcellona, Londra, Zurigo, Amsterdam, Stoccolma, Glasgow.

La tournée europea quest’anno prevederà 16 concerti in 18 giorni con ben quattro date italiane il cui debutto avverrà il 30 novembre a Roma al Caffè Letterario. Il concerto acustico vedrà l’alternarsi sul palco di artisti del calibro di Ben Arnold, Joe D’Urso, Jeffrey Gaines, James MaddockVini ‘Mad dog’ Lopez e Graziano Romani, in veste di special guest, accompagnato al sax da Max Marmiroli, per una serata dove rock e solidarietà si fonderanno in un evento memorabile. Con la partecipazione straordinaria di Carlo Massarini.

L’intero incasso verrà devoluto in beneficenza, alla Light Of Day Foundation (http://lightofday.org) ed alla Fondazione LIMPE (Lega Italiana per la lotto contro la malattia di Parkinson, le Sindromi Extrapiramidali e le Demenze).

Ingresso: 20 euro adulti – 10 euro studenti under 25

Prenotazioni e info: 335 7848668 lightofdayitalia@gmail.com

 

Line-up:

Joe D’Urso: musicista del New Jersey, di orgogliose radici italiane, ritorna entusiasta a Roma, per un concerto tutto sudore e passione; musica che non poco deve ai Wallflowers ed ai Counting Crows ma con la travolgente energia che lo contraddistingue.

James Maddock: una carriera che è un piccolo romanzo; 5 album in 17 anni di carriera. Il passo è quello dei grandi nomi, da Springsteen ai cantanti anche della West Coast, con la ruggine americana che non dorme mai a dare corpo alle sue canzoni. Arriva con un nuovo album da presentare.

Jeffrey Gaines: cantautore di Philadelphia e molto noto nella East Coast, sulla scena dal 1992, autore di ballate avvolgenti rese personalissime grazie ad una voce calda ed espressiva.

Ben Arnold: leader della rock band di Philadelphia, gli US Rails, prosegue in parallelo la propria carriera solista con parecchi album all’attivo. Trascinante e grintoso con una voce che ricorda il miglior John Hiatt.

Vini “Mad Dog” Lopez: non ha bisogno di presentazioni, basta ricordare che è stato il primo batterista della EStreet Band. Simpatia ed energia allo stato puro. Ed una grandissima voce!

Con loro, in apertura: Rob Dye: musicista del New Jersey, che mescola rock, country, R&B, gospel mantenendo sempre la vera essenza di ogni genere e Valerio Billeri, cantautore romano che presenterà qualche traccia dal suo ultimo lavoro discografico.

Graziano Romani: cantautore italiano di musica rock, noto per aver fondato i Rocking Chairs e per la lunga carriera solista. La sua voce è stata definita dalla critica e dalla stampa specializzata come “la miglior voce rock italiana”.

 

Queste le altre date italiane del Light of Day Benefit Concert:

Lugo ( Ra) – 1 dicembre 2017 – Teatro Rossini

Muggia (Ts) – 2 dicembre 2017 – Teatro Verdi

Figino Serenza ( Co) – 3 dicembre 2017 – Teatro dell’Oratorio

 

Il Light of Day è un concerto-evento nato negli Stati Uniti da un’idea di Bob Benjamin, produttore musicale del New Jersey, colpito dal Parkinson a soli 38 anni. L’evento nel prossimo gennaio raggiungerà ormai la sua 18° edizione negli USA. Lo scorso anno, tra tournée americana, canadese ed europea, l’incasso complessivo è stato di oltre 500,000 dollari e ad oggi, dal primo concerto tenutosi nel 2000 nel New Jersey, sono stati raccolti più di 3,5 milioni di dollari.

Tra i tanti musicisti che nelle passate edizioni hanno aderito all’iniziativa si possono citare Lucinda Williams, Jacob Dylan, Gary U.S. Bonds, SouthSide Johnny, Garland Geffreys, John Rzeznik (Goo Goo Dolls), Ed Kowalczyk (Live), Willie Nile, Jesse Malin, Jake Clemons e Michael J.Fox, anche lui come noto, affetto dal Parkinson. Nelle passate edizioni italiane hanno partecipato Vinicio Capossela, Eugenio Finardi, Francesco Baccini, Grazia di Michele, Bobo Rondelli, Peppe Voltarelli, Davide Van De Sfroos, Mike Sponza, Danilo Sacco, Graziano Romani.

 

 

(Cover Photo Credits: Renato Cifarelli)

#FollowtheNoise…

ALTRI ARTICOLI RECENTI

Indieffusione, ancora più opportunità per la TUA musica!

La nuova versione della piattaforma Indieffusione è online con una veste completamente ridisegnata e progettata per offrirti ancora più supporto e opportunità per la tua musica!

Scopri cosa può fare Indieffusione per te nel 2023!  

Buon anno a tutti  💘