Inverno dei fiori: Michele Bravi, una dichiarazione d’amore dei tempi moderni

Inverno dei fiori Michele Bravi

“Inverno dei fiori”, è il brano di Michele Bravi in gara al Festival di Sanremo 2022. Indieffusione ha partecipato alla Conferenza Stampa dell’artista il 3 febbraio. Ecco cosa ha raccontato.

 

“Inverno dei fiori”, il brano con il quale Michele Bravi è in gara alla 72ma edizione del Festival di Sanremo, è disponibile sulle piattaforme digitali dal 2 febbraio 2022, dopo la sua esibizione sul palco dell’Ariston nella serata di apertura.

Il brano, scritto da Michele Bravi, Cheope, Alex Raige Vella, è una canzone d’amore, fragile, che riflette sul concetto di umanità, empatia e condivisione, raccontando quanto l’intreccio umano sia l’unica via per imparare l’amore. La musica è di Federica Abbate, Michele Bravi e Francesco Catitti che ne ha curato anche la produzione. Nella serata dedicata alle cover anni ’60, ’70, ’80 e ’90 Michele canterà il brano “Io vorrei… non vorrei… ma se vuoi” scritto da Lucio Battisti e Mogol.

Michele, che ha lavorato con Roberto Chierici alla realizzazione di questo progetto, definisce il videoclip: “Un viaggio nella solitudine che attraversa il percorso delle stagioni. In una banchina metropolitana circondato da figure inanimate e silenziose, la ricerca dell’intreccio umano viene raccontata attraverso la finzione teatrale dove lo scambio artistico permette di scoprirsi così simili e vicini.”

 

Durante la Conferenza Stampa nel pomeriggio del 3 febbraio, alla quale era presenta anche Indieffusione, in attesa della terza serata del Festival, dove Michele si esibirà nuovamente insieme a tutti gli altri artisti in gara, il cantautore ha raccontato la genesi del brano da lui presentato. Dopo aver ringraziato i presenti per lo spazio dedicato a lui e alla musica, ha spiegato che la sua seconda volta in gara corrisponde ad una  soddisfazione personale, come forma di crescita e possibilità di comunicare la sua musica ad un pubblico trasversale.

 

In un momento così particolare per il mondo dell’arte, in cui questa risulta essere spesso messa in secondo piano “Portare la mia performance davanti ad un teatro pieno ed entrare nelle case degli italiani attraverso la tv” Ha spiegato Michele Bravi – “É per me un grande onore e responsabilità, un segnale di ripartenza per la musica dal vivo per restituire dignità a tutti gli artisti e lavoratori dello spettacolo”. 

 

“Inverno dei fiori” nasce come una dichiarazione d’amore dei tempi moderni. Da sempre affascinato dal mondo delle parole, Michele Bravi sottolinea come la parola cardine degli ultimi anni sia stataDisimparare”: “La vita che conoscevamo è scomparsa, una nuova vita con nuove dinamiche ha rimesso in gioco la nostra quotidianità. Non è un fatto esclusivamente generazionale, ma scaturito da una difficoltà nel creare legami e intrecciare radici con la storia.”

Lavorando a questo nuovo brano, l’artista ha studiato la simbologia che si nasconde dietro ai fiori. Credendo inizialmente che questi sbocciassero solo con la primavera, ha invece imparato come alcuni di loro fioriscano invece anche di inverno. Un messaggio potente per qualcosa che riesce a prendere vita anche attraverso il freddo della neve. Una metafora sul senso dell’Amore che nasconde in sé il seme della rinascita.

Anche la canzoni diventano, così, gesti sottili in grado di cambiare il mondo attraverso le parole che trovano la forza di  raccontare i legami umani grazie alla musica.

 

ALTRI ARTICOLI RECENTI

Indieffusione, ancora più opportunità per la TUA musica!

La nuova versione della piattaforma Indieffusione è online con una veste completamente ridisegnata e progettata per offrirti ancora più supporto e opportunità per la tua musica!

Scopri cosa può fare Indieffusione per te nel 2023!  

Buon anno a tutti  💘