“Laura Pausini – Piacere di conoscerti” è il film Amazon Original italiano disponibile dal 7 Aprile nato da un’idea originale di Laura Pausini. Noi di Indieffusione lo abbiamo visto in anteprima per voi.

 

“Laura Pausini – Piacere di conoscerti” è il docufilm sull’artista italiano disponibile dal 7 Aprile, nato da un’idea originale della stessa cantante e scritto con Ivan Cotroneo (La kryptonite nella borsa, Un bacio), Monica Rametta (Un bacio, Il volto di un’altra), diretto da Ivan Cotroneo e con la supervisione creativa di Francesca Picozza e con direttore della fotografia Gherardo Gossi (Diaz, Le sorelle Macaluso).

Una storia musicale nata molto presto, dai piano bar con il papà, fino al palco del Festival di Sanremo quando nel 1993, giovanissima, vinceva con “La solitudine” alla sua prima volta all’Ariston. Un trampolino di lancio che ha portato l’artista a vedere i suoi brani tradotti in molteplici lingue, a viaggiare in tutto il mondo con la sua musica e a vincere alcuni tra i più importanti premi internazionali.

 

«A scuola mi prendevano in giro perché facevo il piano bar con il mio babbo. Quando sono andata a Sanremo io chiedevo gli autografi ai big per atteggiarmi al ritorno». 

 

LauraPausini_Credits_Tommy_Napolitano_thumb

Crediti: Tommy Napolitano

 

“Laura Pausini – Piacere di conoscerti” non è solo un documentario costruito a regola d’arte per auto celebrare la storia di un’artista famosa, ma un lavoro che restituisce un’importante chiave di lettura universale, che alla fine crediamo si renderà utile non solamente ai fan della Pausini.

 

Attraverso il film, che ha avuto forse anche un effetto terapeutico sull’artista stessa, e grazie al quale ha potuto rileggersi e tirare le somme della sua vita, Laura solleva a se stessa diverse domande: sul suo percorso di artista, di figlia, di madre e di donna.

 

Sono le stesse domande che, probabilmente, molte donne si pongono ogni giorno senza trovare in fondo una vera risposta, forse perché nella frenesia del mondo odierno non si è mai veramente pronti a fermarci per riflettere ma, al contrario, indotti a riempire di qualsiasi cosa ogni attimo che passa.

Un viaggio artistico e umano che, nell’idea del film, manda un messaggio forte ed efficace: la necessità di non perdere mai di vista le proprie radici, quelle che ci ricongiungono con  la nostra verità. Ne emerge un insegnamento importante che l’artista riesce a percepire anche guardandosi attraverso gli occhi di sua figlia e delle persone che hanno caratterizzato la sua esistenza fin dagli inizi: nella vita non si esce mai perdenti, anche nel momento in cui la nostra storia prende pieghe che non avevamo immaginato, a volte scombinando i nostri piani.

La regina del pop italiano, con oltre 70 Milioni di album venduti in tutto il mondo, vincitrice del Golden Globe per la Miglior Canzone Originale per “Io sì” e prima donna nella storia della musica italiana nominata agli Academy Awards, appare per la prima volta davanti alla macchina da presa nei panni di se stessa, rivelandosi senza troppe pretese. Lo fa in modo genuino e spontaneo in un docufilm profondo e attento ai dettagli che catturerà il pubblico perché in grado di svelargli la sua anima più profonda, attraverso scorci inediti e finestre di ricordi della sua vita privata e professionale che racchiude aspetti del suo mondo mai immaginati.

 

A cura di: Adila Salah.