Abbiamo seguito la Conferenza Stampa di Ditonellapiaga e Rettore direttamente da Sanremo 2022. L’inedito duo è in gara con l’esplosivo brano “Chimica”. Ecco cosa ci hanno raccontato.

 

Ditonellapiaga e Rettore, direttamente da Sanremo 2022, hanno risposto ad alcune domande dei giornalisti collegati durante la Conferenza Stampa alla quale abbiamo partecipato anche noi di Indieffusione. Il duo si presenta al Festival con il brano “Chimica”, disponibile dal 3 febbraio su tutte le piattaforme digitali. Il brano è accompagnato anche dal videoclip che, Ditonellapiaga, ha definito “all’insegna della simpatia e dell’inclusivitá”. Un video buffo che rispecchia in immagini il brano stesso, simpatico e malizioso con alla base l’allegria.

 

 

Il brano è stato scritto da Margherita Carducci, in arte Ditonellapiaga, e Donatella Rettore, le musiche sono state composte dalla stessa Dito nellapiaga, Benjamin Ventura, Alessandro Casagni, Valerio Smordoni e Edoardo Castroni. La produzione di Chimica porta la firma del duo di producer romani bbprod. A dirigere l’Orchestra al Teatro Ariston il Maestro Fabio Gurian.

Nata dalla penna di Margherita – ispirandosi proprio a Rettore, fra le sue icone di riferimento – e successivamente rivista insieme, Chimica è una vera hit che richiama le atmosfere della Disco, come appare chiaro dall’artwork ispirato a certe sonorità anni ‘70/’80. Un pezzo scatenato e irriverente che rivela la profonda sintonia nata fra due artiste di generazioni diverse e che ha tutte le carte in regola per far ballare il pubblico della kermesse.

 

Chimica è una canzone che celebra la libertà contro ogni moralismo e riafferma l’autonomia del piacere dal sentimento. Un inno spudorato e travolgente che ci fa (ri)scoprire la joie de vivre. Di questi tempi, un vero toccasana.

 

“Anche l’amore è una questione di chimica” spiegano Ditonellapiaga e Rettore – “Ma bisogna distinguere tra sesso e amore, dove la seconda ha diverse piccole sfaccettature che non si esauriscono nell’incontro di una sola volta”.

Il duo inedito ha alla base una distacco generazionale che permette di vivere l’esperienza sanremese da due punti di vista differenti: dalla parte di chi ha già calcato il palco dell’Ariston, e da quella di chi ci sale per la prima volta. Come fondamento c’è però la stessa spinta emotiva e necessità di contaminazione che rende viva la musica a qualsiasi età.

 

Pagelle Prima Serata Sanremo 2022