wLog è pronto ad iniziare un vero e proprio progetto wLog 3.0. Ed il primo step è la release di venerdì 23 Aprile: fuori su tutte le piattaforme digitali “KillerOne”.

 

Musicalmente, wLog introduce chitarre acustiche, elettriche, basso, batteria unitamente all’elettronica. Ancora una volta alla ricerca di un sound peculiare, wLog racconta così questo nuovo singolo:

“KillerOne” è un brano sulla dualità moderna della personalità individuale e sull’imitazione sociale. È la proiezione del nostro sé verso uno stereotipo virtuale megalomane, e giudicante che ci segue ovunque. Qualcosa dal quale non si può più fuggire. Una serata romantica, un film e in un istante ci si rivede in una figura scura e ci si sente confusi con un’altra personalità, ma si continua a fare l’amore e a vivere la propria natura che forse solo nell’amore stesso può realizzarsi”. 

wLog è il più atipico dei cantautori che si possa immaginare. Dietro questo nome un po’ complicato da scrivere, ma davvero facile da pronunciare c’è uno tra i più misantropi personaggi della scena indie italiana, che ha mollato la caotica Milano per il suo studio in montagna, nel Parco Orobico in Val Seriana. I suoi brani, tra it-pop, dance ed elettronica, un po’ punk e un po’ prog, sono malinconici, autobiografici, la maggior parte delle volte piuttosto tristi sui quali è impossibili stare fermi.

Quando può, wLog “ruba” un tram a Milano e lo riempie di gente scatenando una vera e propria festa itinerante dove si suona, si balla e si beve. Un mondo sospeso che, non appena si scende, scompare alle nostre spalle. Ed è successo già tre volte: una vera e propria festa con il nome di Partyamo.

 

 

wLog su: YouTube – Instagram – Facebook