Si intitola “Caviale” ed è il primo ep degli Amó disponibile su tutte le piattaforme digitali. Distribuito da Artist First e prodotto dalla Fuckinfenomeno.

 

“Caviale” non è solo una raccolta di brani. É un cerchio che si chiude e che poggia con forza sull’omonima titletrack:

 

“Caviale” è il titolo nostro primo ep –  raccontano gli artisti – ma è anche il brano inedito su cui vorremmo porre un punto importante: Caviale è la nostra ballad emo/pop che affonda le radici nello spirito crepuscolare e nelle tinte fredde pastello di una notte che è alle porte e che si distingue (come caviale) dalla musica fast food di cui siamo sazi. Il seme del brano è nato in pieno inverno 2019 e, nel tempo, ha subito evoluzioni naturali  per rincorrere lo spirito per cui era nato, cioè il descrivere la sensazione di “abbandono” che la nostra generazione (dai millennials) ha sentito dall’adolescenza in poi; parallelismo (quello del disorientamento e dell’abbandono) esteso poi al panorama musicale che, a nostro parere, rincorre “motivi orecchiabili che durano poco” a discapito di canzoni fatte per restare nel tempo, pure e preziose come caviale, appunto”. 

 

 

Amò nasce nelle strade di Roma, nelle linee metropolitane e negli impianti audio dei locali dei quartieri  notturni. Due amici che scrivono nelle loro camere durante le pause pranzo strappate al lavoro. Note di telefoni strapiene di versi che scalpitano di uscire per tornare negli impianti audio da cui provengono le vibrazioni che li ispirano. Il 5 febbraio 2021 esce il loro primo EP ufficiale, “Caviale”, anticipato dall’off-topic “Una Canzone Di Natale”, singolo che ha esordito nelle playlist di Spotify “New Music Friday” e “Scuola Indie”.

 

Segui gli Amò su Instagram