Abbiamo video intervistato gli Amò per l’uscita del loro off-topic natalizio “Una canzone di Natale”. Anni 90 e cassa dritta, il duo si è cimentato nel tentativo di ravvivare il periodo non proprio convenzionale che stiamo vivendo.

 

“Una Canzone di Natale” è l’ultimo singolo degli Amò, il duo di Pier Colone & Raffaele Vinaccia. Il brano nasce dalla proposta del produttore Alberto Cari (Fuciknfenomeno/Artist First) che ha proposto al duo di scrivere una canzone di Natale che rappresentasse il loro spirito itpop e che fungesse, allo stesso tempo, come una credibile sigla natalizia.

Nasce così un brano, dal tono nostalgico e cassa dritta, che vuole ravvivare il periodo non proprio convenzionale che ci troviamo ad affrontare.

 

 

Mamma ho perso l’aereo”, il celebre film degli anni ’90 che ha segnato l’infanzia di ogni millenial sulla faccia della Terra, è l’ispirazione per la copertina del singolo. Realizzata da Christopher Wisee aka “Volevo fare il grafico” la copertina ritrae, infatti, il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte nei panni del protagonista Kevin mentre il duo, nella parte dei due ladri mascalzoni, lo osserva dalla finestra. Senza impelagarsi in discorsi politici.

“Una canzone di Natale, Senza il Natale” è il corpo e lo spirito del duo che, con ironia, gioca per non farsi male. 

Gli Amò hanno anche lanciato un “give away” dalla loro pagina Instagram modificando la copertina del singolo con le facce dei loro fan dando l’opportunità di vincere una t-shirt a tema natalizio.

 

Qui la video intervista di Indieffusione all’iconico duo: 

 

 

Amò nasce nelle strade di Roma, nelle linee metropolitane e negli impianti audio dei locali dei quartieri notturni. Canzoni scritte in camera durante le pause pranzo strappate al lavoro. Note di telefoni strapiene di versi che scalpitano per uscire e fare ritorno negli impianti audio da cui provengono le vibrazioni che le ispirano.

SEGUI GLI AMÒ SU

Instagram

Facebook

Spotify