Si chiama “Termini” ed è il nuovo singolo del cantautore romano Galil3o, su etichetta Noise Symphony/distribuzione Pirames International, disponibile dall’8 Novembre in esclusiva Spotify e dal 12 su tutte le altre piattaforme digitali.

 

<<“Ma perché dedicate canzoni sempre alle ragazze che vi lasciano?!” Questo commento, lasciato sotto il video del mio primo singolo “Parte di me”, mi risuonò nella testa fortissimo. Aveva ragione! Di getto presi un foglio e scrissi: “Quella stronza mi ha lasciato, ma non canterò di lei!”. Era tardi, dovevo correre a lavoro, presi la Metro C. Per arrivare a Termini devo scendere a San Giovanni e tornare indietro con la Metro A. “È follia” -pensai- “Ma perché non hanno fatto fermare la Metro C a Termini?”. In quello stesso momento una ragazza stupenda mi stava sorridendo. Ho pensato di dedicarle una canzone e l’ho chiamata “Termini”.>>

 

Photo credits: Matteo Casilli

 

Così Francesco Galioto, in arte Galil3o, racconta la genesi di “Termini”, il nuovo singolo in uscita l’8 novembre in esclusiva Spotify e disponibile dal 12 su tutte le altre piattaforme digitali. La musica e le parole sono dello stesso artista, il brano è stato arrangiato e prodotto da Luigi Chiappari e Andrea Guastadisegni e masterizzato da Francesco Tosoni negli studi di Noise Symphony.

“Termini” è un viaggio in metro nella Capitale, ma anche un viaggio all’interno della propria storia personale, attraversato con un filo di ironia che allevia la normale condizione di sofferenza che deriva dalla fine di una relazione alla quale non sei stato tu a mettere il punto. “Quella stronza mi ha lasciato, ma non canterò di lei”. E’ l’incipit con cui parte il brano. L’artista romano mette subito le cose in chiaro: non c’è tempo per fermarsi a recriminare e a piangere su quello che ormai è andato. E’ lunedì, si ricomincia a lavorare ed è tempo di ripartire verso nuove opportunità.

La scrittura di Galil3o si distingue per il suo stile ironico e quasi cinico. E’ uno di quei cantautori con l’ansia, che descrive, in modo mai banale, le immagini quotidiane e le situazioni di vita comuni. Le sue sono canzoni d’amore malinconiche che strappano un sorriso per il modo pungente e sarcastico di raccontarle.

BIOGRAFIA:

Francesco Galioto, in arte Galil3o, è un cantautore romano. Uno di quelli con l’ansia, che scrivono canzoni d’amore malinconiche che, non si sa come, strappano (quasi) sempre un sorriso. 

Per la prima volta davanti a un pubblico importante con gli FSH (la sua prima band), nel 2014, apre i concerti di big come Gianluca Grignani e Marlene Kuntz. Qualche anno prima, si classifica tra i 60 finalisti al Festival di Sanremo Giovani con il brano “Dal Tempo e dai sogni”. Nel 2015 nasce il progetto Galil3o dove ad accompagnarlo sul palco e in studio ci sarà una nuova band.

Per due edizioni consecutive (2015 e 2016) apre il Rino Gaetano Day a Roma, lo storico concerto dedicato all’artista scomparso. Ma è nel giorno degli innamorati del 2018 che conquista il cuore dei suoi fan con il suo primo singolo “Parte di me”. In quello stesso anno Il brano si aggiudica un posto tra i finalisti del contest 1M Next 2018 e vince lo Spaghetti Unplugged Festival. Grazie a questa vittoria apre il concerto di Scarda, a Largo Venue, in collaborazione con Nastro Azzurro. 

L’intervista a Galil3o: tra prospettive parziali, numeri significativi e obiettivi importanti

 

Solo qualche mese più tardi esce il suo secondo singolo “La prospettiva”, presentato in anteprima a Le Mura e andato sold-out.
Il 2019 è forse tra tutti l’anno più importante: sale sul podio del Marmo Music Match (terzo posto), si esibisce al MEI – Meeting degli indipendenti a Faenza, e registra il singolo “Termini” in uscita l’8 novembre in esclusiva Spotify. 


Questo sito fa uso di cookie che possono Contenere informazioni di tracciamento sui visitatori in modo da migliorare l'esperienza di navigazione. Continuando a navigare su questo sito accetti il nostro utilizzo dei cookie.