Ha fatto tappa a Roma il You don’t exist Tour del trio veneto dei One Dimensional Man per presentare dal vivo i brani del nuovo album

Giovedì 15 marzo l’Evol Club di Roma ha ospitato i rumori e le inquietudini di Pierpaolo Capovilla, Franz Valente e Carlo Veneziano, che sette anni dopo A better man sono tornati in studio per ricordare i tormenti dell’uomo monodimensionale schiacciato dalla solitudine della società contemporanea. Il live, iniziato dopo l’esibizione della band romana dei Crimen, ha messo in mostra tutta la potenza di fuoco dei One Dimensional Man, che hanno regalato al pubblico un’ora e trenta di tiratissimo noise-punk-rock.

You don’t exist che hanno occupato gran parte della scaletta. Da evidenziare l’introduttiva The American dream, No friends e In substance, pezzi particolarmente ispirati e d’impatto. Notevole in ogni caso lo spazio riservato ad alcuni storici brani dei primissimi lavori di Capovilla e soci come Your wine, Best friends e le bellissime You kill me, No north e Tell me Marie. Unico rammarico per l’esigua cornice di pubblico che ha accompagnato l’esibizione di uno dei gruppi più convincenti della scena indipendente italiana, capace con la sua potenza di rapire gli spettatori e travolgerli come un treno in piena corsa.

Setlist: The American Dream/In Substance/Free Speech/You Don’t Exist/Tell Me Marie/I can’t find anyone/This Man in Me/You Kill Me/In The Middle Of The Storm/No Friends/Guts/Your Wine/Marianne/Best Friend/No North/We Don’t Need Freedom (Saccharine Trust cover)/Don’t Leave Me Alone/Alcohol/Crying Shame

di Dario Rivera Magos

(Photo Credits: Gianfranco Schetter)

 

#FollowtheNoise…