Roxy Bar tira giù la saracinesca. E’ un annuncio inaspettato quello che è arrivato oggi in diretta dallo stesso Red Ronnie. Il Roxy Bar, programma di musica e cultura che abbiamo avuto l’onore e il piacere di ospitare sulle nostre frequenze negli ultimi mesi di questo 2016 chiude i battenti. Avremo ancora l’occasione di seguirlo insieme per l’ultima volta domenica 18 dicembre e per questa serata speciale ci sarà un ospite importante tra i primi nomi che Red ha per ora reso noti: Elisa. Arriverà inoltre un videomessaggio speciale di Vasco Rossi.

Nella diretta andata in onda sulla sua pagina Facebook, Red Ronnie, ha annunciato oggi in prima persona ai suoi amici del web, affezionati che lo seguono da sempre e alle nuove leve, la chiusura del suo storico programma che dal 1992 ad oggi ha ospitato i più grandi artisti della musica italiana ed internazionale. Tra questi Robert Plant, Beyonce e le Destiny’s child, Jovanotti, Lucio Dalla, ed Elisa.

 

Ha lasciato tutti di stucco oggi Red con l’annuncio in diretta della chiusura del Roxy Bar, noi compresi. Un annuncio che, siamo sinceri, non avremmo mai voluto ascoltare. Siamo un po’ troppo nostalgici forse, si…ma probabilmente per i ragazzi della “nuova era” è difficile capirne il perché.

Allora provo a raccontarvelo io in poche righe qui…perché Roxy Bar era un’istituzione, era quel luogo di aggregazione per quelli che quando non c’era il web, volevano capirci qualcosa della buona musica che stava nascendo e di quella che a quest’ultima aveva dato le basi. Roxy Bar ha dato, a tantissimi giovani emergenti la possibilità di far ascoltare la propria voce combinando anche duetti imprevedibili con i grandi nomi della musica che hanno calcato il bellissimo palco allestito all’interno del Centergross di Funo di Argelato. Lì ci si andava per fare cultura, non ascolti. Ci si andava per raggiungere il pubblico direttamente a casa sua con le confortevoli “chiacchiere da bar” solo sulle note della buona musica depurata dalle isterie e dai piagnistei ormai all’ordine del giorno nella nuova era dei talent show. Perché Roxy Bar non era un programma studiato a tavolino, ma tirato giù volta per volta dalle idee dell’iconico Red Ronnie combinate a tutto quanto ogni artista ospite aveva da dire al piccolo schermo, attraverso la musica e le interviste. Red se n’è sempre fregato dei tempi tecnici o della pubblicità perché “è tassativa!”, se n’è sempre fregato dell’audience e della competizione.

Roxy Bar tira giù la saracinesca

Red Ronnie intervista David Bowie

 

Nessuno di noi sa quali siano i reali motivi dietro a questa decisione, forse maturata nell’ultimo periodo, o forse no. Chissà se ha vinto davvero il nuovo modo di fare musica in tv, quel format usa e getta che ti lascia sotto i riflettori per talmente poco tempo che rischi di scottarti. Quello che so è che Red Ronnie nella sua carriera ha portato più vicino a noi personaggi come Davide Bowie, Bob Marley e Fidel Castro, che tramite le sue interviste sono diventate persone anche per noi, anche se solo per un attimo; so che Red è un uomo che non mette mai a tacere le sue idee e le sue intuizioni ed è per questo che da qui, Noise Letter, invita tutti quanti voi, a collegarvi domenica 18 dicembre con il Roxy Bar per l’ultima volta in cui avremo l’onore di ospitarlo sulle nostre frequenze in live streaming:

Roxy Bar tira giù la saracinesca. Ma è possibile ancora partecipare per l’ultima volta come pubblico alla trasmissione scrivendo a pubblico@roxybar.tv

La diretta di Roxy Bar sarà trasmessa sulle frequenze roxybar.tv, Noise Symphony, su OM – Optimagazine, su Quotidiano.net e tutte le testate del network, sulla pagina Facebook di Red Ronnie, su quella di Roxy Bar di Red Ronnie. Il Roxy Bar sarà presente sulla app Flipps su Smart TV e su tutti i dispositivi mobili in tutto il mondo.

#FollowTheNoise …


Questo sito fa uso di cookie che possono Contenere informazioni di tracciamento sui visitatori in modo da migliorare l'esperienza di navigazione. Continuando a navigare su questo sito accetti il nostro utilizzo dei cookie.